Durante l’anno 2007 l’ Associazione La Libellula di Solonghello Monferrato, con il contributo della Fondazione CRT di Torino ha commissionato un’indagine sulle libellule e sui loro habitat del territorio della Val Cerrina.
L’indagine è stata condotta dal Dott. Ivan Di Già (Naturalista) e dalla Dott.sa Luisa Perona (Forestale) ed ha interessato alcuni comuni (Cerrina Monferrato, Solonghello, Mombello Monferrato, Gabiano e Odalengo Grande).
Preliminarmente, sul territorio è stato evidenziato il reticolo idrico, sono stati individuati, cartografati e analizzati dal punto di vista ambientale- vegetazionale alcuni habitat di potenziale valore per lo sviluppo e la riproduzione delle libellule (laghi, piccoli specchi d’acqua, rii e fossi agricoli eccetera).
Presso alcuni di questi ambienti si è concentrata l’indagine concernente le specie di libellule presenti (fase di monitoraggio) che ha consistito nella rilevazione e determinazione delle specie presenti, cercando di rilevare l’eventuale correlazione con le caratteristiche degli habitat stessi.
L’indagine ha consentito di ricavare nuovi dati circa le specie di libellule presenti, la loro consistenza numerica, la loro provenienza ed il valore delle aree umide.
Durante l’attività di monitoraggio i due professionisti si sono avvalsi della collaborazione di Andrea Gallo e Luciano Conti, dell’Istituto Tecnico Agrario V. Luparia, con lo scopo anche di diffondere maggiori conoscenze circa l’importanza di conservare gli habitat e la loro biodiversità.
Sulla base dei risultati ottenuti è stato redatto un progetto che prevede la realizzazione sul territorio della Val Cerrina, di piccoli stagni con l’obiettivo di richiamare un maggior numero di libellule e di il grado di colonizzazione di esse.
In tal senso, proprio tale progetto di realizzazione di nuovi habitat (piccole ed eventualmente grandi aree umide) costituisce un punto di partenza essenziale da trasporre ad altre realtà territoriali, al fine di favorire l’aumento della biodiversità.
L’obiettivo principale di tale progetto è di conservare e favorire lo sviluppo delle popolazioni di libellule, con l’effetto ipotizzato di ridurre localmente il numero delle zanzare, delle quali le libellule stesse sono importanti predatori- limitatori naturali.

 
   
   
Copyright 2010 - Associazione Libellula - P.zza Castello 17 - Solonghello (AL) - C.F. 91023630063